Pasqua: nutrizionista, pranzo ‘libero’ ma a cena insalata

E’ Pasqua, giusto concedersi qualche “sgarro” alimentare a pranzo, a patto che sia ponderato (e rigorosamente nell’ambito della dieta Mediterranea) e soprattutto che a cena ci si astenga, limitandosi a una bella insalata “depurativa”. Sono i consigli del nutrizionista Giorgio Calabrese, docente di Alimentazione e Nutrizione umana all’Universita’ Cattolica di Piacenza. Anzitutto, precisa Calabrese, “distinguiamo: Pasqua non e’ Natale. Non ci sono i giorni di vigilia, il cenone, i bagordi che precedono il 25 dicembre. Anzi, prima di Pasqua in teoria si mangia di magro.
Quindi si arriva al pranzo pasquale piu’ freschi”. E ci si puo’ concedere il tradizionale pranzo: “Antipasti magari con verdure alla griglia e del buon olio d’oliva, affettati e (pochi) formaggi, poi il primo della tradizione regionale, che puo’ essere agnolotti, ravioli, tortellini, e per secondo l’immancabile agnello, o capretto. Carne bianca, cotta alla griglia, non grassa. Per contorno si’ a patate al forno, evitare quelle fritte, infine frutta di stagione (fragole o ciliegie) e dolce”. E sulla scelta del dolce, Calabrese ha un’idea precisa: “Molto meglio l’uovo di Pasqua della colomba.
L’uovo, specie se di cioccolato fondente, ha meno grassi, e sono grassi vegetali, e inoltre da’ prima il senso di appagamento. La colomba si fa con burro o strutto, e’ piu’ pesante”. Non deve mancare il pane: “Sono contrarissimo alle diete iperproteiche: il corpo ha bisogno di zuccheri, che si ricavano dai carboidrati, altrimenti si dimagrisce subito e poi si reingrassa ancora piu’ di prima”. Un signor pasto, insomma, a patto, ammonisce il nutrizionista, di limitarsi la sera “a una bella insalata mista, al massimo con una mozzarellina”. A Pasquetta si replica, ma stavolta bisogna stare piu’ attenti: “Non ci si puo’ strafogare anche lunedi’ a pranzo. Se c’e’ la gita fuori porta approfittiamone: una bella insalata di pasta, un po’ di carne alla griglia, magari dei salumi di campagna, evitiamo piatti troppo elaborati. E la sera, ancora insalata: solo cosi’ il martedi’ avremo praticamente gia’ assorbito il ‘colpo’ pasquale”. (AGI)

Un Commento in “Pasqua: nutrizionista, pranzo ‘libero’ ma a cena insalata”

Trackbacks

  1. Pasqua: nutrizionista, pranzo ‘libero’ ma a cena insalata – Con i piedi per terra | Nocera Cronache

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.