Pasqua: spendere meno con il pesce di stagione


E’ di rigore il pesce in tavola nel menu di magro del venerdi’ e del sabato santo alla vigilia di Pasqua, e questa tradizione mai come in questo periodo si sposa con il portafoglio. Il segreto, spiegano gli addetti ai lavori e’ di scegliere, come peraltro avviene con la frutta e verdura, le specie ittiche di stagione che permettono di risparmiare fino al 30%. Aprile, in base ai consigli di Federcoopesca-Confcooperative, e’ il mese di acciuga, cefalo muggine, dentice, nasello, pesce spada, sardina, sgombro, sogliola, tonno e triglia. Suggerimenti che gli italiani iniziano a recepire, come dimostrano i risultati di un sondaggio online condotto dall’associazione e da cui emerge che il 44,44% consumera’ per Pasqua pesce fresco, di cui quasi il 15% di stagione, l’11,11% molluschi, l’11,11% prodotto surgelato e/o congelato, l’11,11% crostacei surgelati e/o congelati e il 22,22% pesci sott’olio-sale e/o in scatola. Quanto ai prezzi al dettaglio delle specie piu’ consumate, in questi giorni si registrano diminuzioni rispetto al mese precedente, in particolare per merluzzo (-5,15%), gamberi (-3,19%) e spigola di allevamento (-2,26%); in leggero aumento sono invece cozze (+1,64%), sgombro (+2,42%) e orate di allevamento (+0,93%). Cali dei listini che la Federcoopesca giustifica nel fatto che nei primi mesi dell’anno gli italiani hanno consumato meno pesce, con punte anche del 20%. ”Mai come in questo momento – sottolinea l’associazione – conviene acquistare e preparare in casa prodotto fresco nazionale; complice il calo dei consumi che hanno fatto abbassare i prezzi dei prodotti, mangiare pesce oggi e’ alla portata anche di quelle famiglie che fanno fatica ad arrivare alla terza settimana del mese”. Per i pescatori sicuramente e’ un periodo di magra, ma confidano in una ripresa dei consumi con l’arrivo della bella stagione. In questi giorni per acquistare 1 kg di acciughe e alici servono 6,20 euro (-1,61% rispetto al mese scorso), i calamari sono prezzati 14,75 euro/kg (-1,36%), le cozze 3,05 euro/kg (+1,64%), i gamberi 17,25 euro/kg (-3,19%), il merluzzo 13,60 euro/kg (-5,15%), l’ orata da allevamento 10,80 euro/kg (+0,93%), il pesce spada 23,70 euro/kg (-2,74%), lo sgombro 6,20 euro/kg (+2,42%), la sogliola 24,25 euro/kg (-0,82%), la spigola d’ allevamento 11,05 euro/kg (-2,26%) e le vongole 8,80 euro/kg (-0,57%). (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.