Pasqua: super controlli sulle tavole, da uova a carne agnello ad agriturismi

Cesto Falsi
Controlli straordinari sulle tavole degli italiani in vista delle festività di Pasqua. Lo rende noto il ministero delle Politiche agricole che, attraverso il Nucleo del Carabinieri Nac ha effettuato verifiche ispettive su 165 aziende, sequestrando 20.500 etichette irregolari di prodotti e ingredienti non corrispondenti a quanto riportato con indebite evocazioni che vanno dal ‘Pistacchio di Bronte Dop’, al ‘Parmigiano Reggiano Dop’. E proprio in vista delle feste i Nac presentano il vademecum ‘Pasqua sicura’, per saper acquistare uova di cioccolato, colombe e carne ovina in tutta tranquillità ma anche per trascorrere una vera vacanza in agriturismo. E quindi mai fermarsi a guardare le confezioni al momento di fare la spesa ma leggere le etichette dei prodotti verificandone i prezzi, perchè la convenienza di un alimento si può constatare solamente confrontando la lista degli ingredienti. Qualche consiglio anche per chi trascorrerà qualche giorno in campagna; prima di prenotare un agriturismo, consiglia il vademecum, è bene verificare l’affidabilità ambientale dell’azienda, ossia se nelle vicinanze ci siano autostrade o grandi agglomerati urbani, ma anche la sua estensione per essere sicuri di mangiare le produzioni del posto.
Per quanto riguarda le uova di cioccolato, il vademecum ‘Pasqua sicura’ dei Nac precisa che i migliori prodotti di qualità sono quelli che contengono cacao in polvere, burro di cacao (pasta di cacao), zucchero, latte in polvere e aromatizzanti naturali; solo il cioccolato ‘puro’ non contiene oli tropicali o altri grassi vegetali. Il cioccolato fondente, invece, va valutato in relazione al contenuto di cacao, dove il migliore è quello superiore al 50%. Per quanto riguarda le colombe pasquali, quelle di migliore qualità contengono farina, zucchero, uova, burro e canditi. Anche in questo caso è importante leggere l’etichetta, per verificare se, ad esempio, al posto del burro vi sia margarina o se il prodotto è confezionato con alimenti bio e ogm-free o con latte in polvere. La qualità del prodotto si delinea anche dalla crosta e dalla lievitazione, fa sapere il vademecum, la superficie non deve essere molto scura, l’impasto deve risultare dorato, il prodotto non deve essere piatto e i canditi devono essere morbidi e, per il top della gamma, grandi. Quanto, infine, alle carni ovine non è ancora prevista l’obbligatorietà dell’indicazione di origine alla vendita come per la bovina, ma il consumatore può trovare, in ogni caso, indicazioni volontarie sui prodotti. Per scelte più mirate per quello che concerne modalità di allevamento, zone di produzione e tracciabilità, è possibile orientarsi sui principali prodotti tipici nazionali garantiti da disciplinari di produzione Igp. Tutto questo sapendo che la carne di agnello è ottenuta dall’animale fino ad 1 anno di età. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.