Pasticceri amatoriali in gara: assalto dei golosi

Lucia VincenziL’obiettivo dell’iniziativa è quello di far lavorare bar, ristoranti e pasticcerie nei giorni in cui queste attività fanno registrare gli incassi più magri (dal lunedì al giovedì). Il tutto attraverso gare di cucina amatoriale in cui vengono utilizzati solamente prodotti naturali e del territorio. Il format si chiama Chef in the City e a novembre 2013 è andato in scena nella sua prima edizione dedicata ai ristoranti. Un’edizione in cui gli chef non professionisti in gara si sono occupati di elaborare i menu che sono stati poi serviti alla clientela del locale. Così per un intero mese alcuni dei locali più conosciuti della provincia di Pesaro e Urbino, ed in particolare della città di Fano, hanno fatto registrare il tutto esaurito con una media di 70 persone a cena per ogni serata e un giro di affari di oltre 12.000 euro.Visto il successo ottenuto, si è deciso di riproporre il format in una versione pasticciera che è iniziata da pochi giorni ma che sta già raccogliendo un grande successo in termini di partecipazione. Durante i quarti di finale oltre 300 persone hanno preso d’assalto le pasticcierie che ospitano le sfide (Caffè Centrale, Bon Bon, e L’altro caffè by Guerrino), per gustarsi i dolci in gara.
La formula è molto semplice: la serata inizia con un aperitivo cena a cui si può partecipare pagando un ingresso dal prezzo calmierato (15 euro) che dà diritto ad assaporare un primo, pasticciera salata, finger food, fritture varie. Al termine dell’aperitivo cena vengono serviti i due dolci in gara, realizzati dai pasticcieri amatoriali. A giudicarli una giuria di tre professionisti del settore e presieduta da Andrea Urbani, membro dell’Accademia Italiana Maestri Pasticcieri. Al voto della giuria tecnica viene poi sommato quello della giuria popolare che può decidere di premiare solo uno dei due concorrenti. I voti vengono poi sommati per decretare il vincitore della sfida.
I concorrenti realizzano i loro dolci nei laboratori delle pasticcierie e utilizzano solamente prodotti naturali ed artigianali. Ogni sfidante ha a disposizione 6 ore di tempo per confezionare il proprio dolce. Chef in the City ora entrerà nel vivo con le due semifinali in programma martedì 25 febbraio a L’Altro Caffè by Guerrino e mercoledì 26 febbraio al Caffè Centrale Bon Bon (entrambi i locali sono nel Comune di Fano). Nella prima si sfideranno il commerciante Michele Orfei e l’apprendista commercialista Lucia Vincenzi. Nella seconda gara, invece, a contendersi il passaggio del turno saranno la grafica Katia Bortoluzzi e la studentessa universitaria di Urbino Michela Mengarelli. La finalissima è in programma lunedì 3 marzo al Bon Bon.
Chef in the City “Cake edition” è inserito all’interno del programma ufficiale del Carnevale di Fano.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.