Pastori, il 6 settembre la protesta arriva a Roma


Dopo aver “scosso” la Sardegna, per la prima volta la protesta dei pastori arriva a Roma dove a partire dalle ore 10,00 del 6 settembre si sono dati appuntamento gli allevatori provenienti dalla Sardegna, Lazio, Toscana, Sicilia, Umbria e da altre Regioni italiane, per sostenere la piattaforma di mobilitazione della Coldiretti a difesa di un patrimonio economico, sociale, ambientale e culturale unico del Made in Italy in Via XX Settembre 20, davanti al Ministero delle Politiche Agricole. I pastori offriranno i veri formaggi pecorini italiani di tutte le regioni per far conoscere il frutto del proprio lavoro di cui racconteranno le speranze, le difficolta’ e le contraddizioni con la sveglia alle 5 del mattino per la prima mungitura da ripetere nel pomeriggio per ottenere da ogni pecora circa un litro di latte al giorno che viene sottopagato fino a circa 60 centesimi al litro mentre solo i costi di allevamento si avvicinano all’euro. Ci sara’ anche la presenza di una rappresentanza delle sette milioni di pecore italiane a rischio di scomparsa. Interverra’ il presidente della Coldiretti Sergio Marini per illustrare i contenuti delle proposte per fronteggiare la grave crisi della pastorizia, con iniziative sul piano politico-istituzionale e su quello del mercato, dove il latte viene sottopagato dalle industrie a livelli insostenibili per gli allevatori. La prima regione di allevamento in Italia e’ la Sardegna con 3 milioni di quintali, Sicilia con 700mila quintali, il Lazio con 600mila, la Toscana con 500mila. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.