Patata Ogm: la Commissione Ue deciderà se fare appello

patate1
La Commissione europea deciderà “quale seguito dare” alla decisione del Tribunale Ue di annullare l’autorizzazione alla coltivazione nell’Unione della patata transgenica Amflora della Basf, per violazione delle norme procedurali da parte dell’Esecutivo europeo. Bruxelles infatti ha due mesi di tempo per ricorrere alla Corte di giustizia dell’Ue. Lo ha detto Frederic Vincent, portavoce del commissario europeo alla sicurezza alimentare, Tonio Borg, precisando che “nell’analisi giuridica che verrà fatta sul giudizio espresso dal Tribunale europeo, la Commissione sarà obbligata a tener conto anche del dossier della messa in coltura di un altro Ogm, il mais 1507 della Pioneer”, sulla cui autorizzazione si deve pronunciare entro il prossimo sette febbraio il Consiglio dei ministri dell’Ue. In caso contrario sarà nuovamente la Commissione europea a dover decidere. Il portavoce ha anche i tenuto a precisare che la patata Amflora, il cui via libera risale al 2010, “da tempo non è più coltivata. Lo è stata solo per un breve periodo in Repubblica Ceca e in Svezia”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.