Patate: Assopa e Coldiretti dicono “no” al prezzo proposto dai commercianti

Fumata nera dopo l’incontro fra i produttori e i commercianti per fissare il prezzo alla produzione per le patate. Assopa e cooperative hanno fatto fronte comune e hanno opposto il più netto rifiuto al prezzo di 18 centesimi al chilo, proposto dai commercianti.
“Non c’è ragione di accettare un prezzo analogo se non inferiore ai costi di produzione” ha affermato il presidente di Assopa, Alberto Zambon, che ha aggiunto “sono prezzi sensibilmente inferiori a quelli che si registrano nelle zone più vicine a noi, come il Veneto. I 18 centesimi al chilo proposti equivarrebbero alla svendita del nostro prodotto. È impensabile fissare un prezzo alla produzione inferiore ai 20 centesimi, che poi dovrebbe salire minimo a 24, 25 al conto deposito. L’atteggiamento del comparto commerciale non è certo quello di chi vuole affermare il sistema – Bologna”.
“Invitiamo i produttori a contattarci” continua Zambon “per evitare di venire manipolati e strumentalizzati dai commercianti. Non possiamo assolutamente transigere su questo punto, sarebbe un autogol clamoroso. Ricordiamoci che stiamo parlando dei prezzi della prima qualità. Un prodotto sano, privo di difetti ”.
“L’affermazione dei nostri territori passa da un prodotto figlio di una filiera tutta agricola e tutta italiana – ha dichiarato il presidente di Coldiretti Bologna, Antonio Ferro – non si può usare il marchio Bologna per vendere prodotti di altra origine. È necessario riportare trasparenza nel nostro comparto”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.