Pd: rischio di tagli alla PAC, il governo è in ritardo

”Il rischio di una riduzione delle risorse destinate alla Pac e’ assai preoccupante per l’agricoltura italiana. Per evitarlo occorre aumentare l’impegno del governo e principalmente dei ministri Tremonti e Galan in sede UE”. Lo afferma in una nota Enzo Lavarra, presidente del forum delle politiche agricole del PD. ”Purtroppo – osserva – a differenza di altri Paesi, il governo italiano non ha ancora definito le sue priorità negoziali e questo e’ molto grave”. Per questo il forum del Pd ha istituito un intergruppo istituzionale composto da parlamentari italiani ed europei che si incarichera’ di elaborare una propria posizione e sollecitare la definizione di una piattaforma condivisa del sistema Paese.
Sullo stesso tema si esprime lo stesso Galan: ”La trattativa si apre oggi, dura un anno. Noi siamo qui e ci dobbiamo far rispettare. Spero che saremo abbastanza svegli da non farci fregare”. In risposta ad un cronista che gli ha fatto notare che l’Italia potrebbe perdere un terzo degli aiuti comunitari, Galan ha detto: ”Questa e’ una visione pessimistica, ma il rischio, ahime’ c’e”’. Perche’ ”i nuovi Paesi entranti hanno tutto l’interesse ad adottare un criterio, che e’ quello della superficie: tot ettari, tot contributi. Che e’ esattamente l’opposto di quello che vuole l’Italia, cioe’ di veder premiato il valore della produzione. Con la tesi opposta, invece, si premierebbe allo stesso modo un prato irlandese che non ha bisogno di nessun intervento in un anno e un ettaro di zafferano in Sardegna, che invece avrebbe bisogno di un grande apporto di tecnologia”. Il primo punto in discussione, ha spiegato Galan, e’ proprio quanto gli stati destinano del loro bilancio alla politica agricola comune. ”Finora e’ stato dell’1%, ma questo non e’ scontato”. A chi gli ha chiesto se vorrebbe che Tremonti di aumentare le risorse per l’agricoltura, ha chiarito: ”Aumentare non e’ possibile. Ma chiederei almeno di mantenere quell’1%. Dopo di che mi arrangio io a trattare le divisioni e fare in modo che per l’Italia non ci siano danni”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.