Per animali domestici spese +2,4% e da domani a Bologna Zoomark

cane cuccioloIl mercato degli alimenti per cani e gatti in Italia chiude il 2014 con un giro d’affari di 1.830 milioni di euro, in quello che di fatto è il segmento principale del settore del ‘pet care’. Un settore che comprende anche i cibi per altri animali e gli accessori, e che l’anno scorso ha chiuso i bilanci con una crescita di valore del 2,4%. Lo rivela il rapporto Assalco – associazione nazionale tra le imprese per l’alimentazione e la cura degli animali da compagnia – per Zoomark, salone che da domani a Bologna richiama oltre 600 espositori. I più spendaccioni sono i proprietari dei gatti, i cui alimenti rappresentano il 54% del fatturato, con 992 milioni di euro, mentre per i cani sono stati spesi 838 milioni (46%). Gli alimenti per gli altri animali da compagnia realizzano un fatturato nella grande distribuzione organizzata di poco più di 18 milioni (per uccelli 55,7%, roditori 40,7%, tartarughe 2%, pesci 1,6%). Significative le cifre del comparto degli accessori, per cui nel 2014 si sono spesi a 66 milioni di euro, con un incremento a valore del 3,9%: qui il trend positivo è trainato dal segmento ‘igiene’, come shampoo, spazzole, antiparassitari e ossi masticabili, con crescite del 12,8% a valore e del 10,7% a volume, negli iper e nei super.
Il Rapporto evidenzia come gli animali da compagnia, oggi circa 60 milioni in Italia (fra cui oltre 14 milioni fra cani e gatti, 13 di uccelli, 30 di pesci e circa 3 milioni fra roditori, altri piccoli animali e rettili), giochino un ruolo forte e crescente come membri della famiglia. “Gli animali da compagnia sono a tutti gli effetti membri delle nostre famiglie e il benessere che scaturisce da questa relazione è un fatto confermato da studi scientifici e clinici – spiega Gianmarco Ferrari, presidente di Assalco – Per questo la cura per la loro alimentazione, la loro igiene e il loro benessere fa parte della quotidianità ed è sempre più importante, come conferma la crescita a valore del nostro comparto del +2,4%”. L’industria, aggiunge, risponde a questa attenzione “impegnandosi costantemente per la qualità e per la sicurezza dei prodotti attraverso procedure di controllo stringenti”. Sul fronte istituzionale le diverse Autorità di controllo vigilano sulla sicurezza dei prodotti; in particolare, il Ministero della Salute ha recentemente predisposto l’edizione per il triennio 2015-2017 del Pnaa5, nell’ambito del quale viene svolta una verifica capillare sugli alimenti destinati agli animali (da compagnia e da reddito) in tutte le fasi della produzione, a partire dalle materie prime fino alla commercializzazione. Duccio Campagnoli, presidente di BolognaFiere, ha ricordato che questa edizione di Zoomark coincide con Expo 2015, che vede la fiera bolognese Official Partner visto che ha realizzato il Biodiversity Park. “Una grande opportunità di visibilità per il nostro Paese, per il suo tessuto produttivo e per le tante eccellenze che lo caratterizzano. Il comparto industriale dei prodotti per l’alimentazione e la cura degli animali da compagnia, che in Zoomark International trova una delle principali piattaforme espositive internazionali, è senza dubbio una di queste eccellenze”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.