Per gli italiani pasti sempre più veloci e meno curati

L’immagine tipica della famiglia italiana che si siede a tavola per mangiare resiste con fatica all’assalto del ‘mordi e fuggi’, anche se il poco tempo e le esigenze di lavoro hanno accorciato i tempi dei pasti e ormai una persona su quattro non rientra a casa. Lo affermano i numeri della ricerca condotta da The European House-Ambrosetti su dati Nielsen-Barilla, secondo cui dei 105 milioni di pasti quotidiani consumati nel nostro paese il 24% e’ fuori casa, sempre piu’ spesso anche con modalita’ atipiche per orario e tempi. La percentuale dei pasti in casa sale all’82% se si considera anche chi mangia da parenti o amici, mentre tra i luoghi esterni svettano i ristoranti-pizzerie (6%) sulle mense (4%), mentre il 3% degli italiani mangia in ufficio. Il 67% dei 25,5 milioni di pasti consumati fuori casa è concentrato nell’occasione del pranzo, che solo nel 30% dei casi è consumato tra le 13 e le 14. Anche le immagini dei pasti lunghi e complessi sono ormai solo un ricordo: il 73% dura meno di 30 minuti, e uno su quattro, sia in casa che fuori, dura meno di 20. Il 10% di chi mangia fuori impiega tra l’una e le due ore. Il 14% dei pasti fuori casa è consumato in piedi mentre il 15% seduti, ma non a tavola. Nel caso dei pranzi fuori casa si tratta prevalentemente di primi piatti (41%) e di secondi piatti (42%), con 1 milione di primi piatti pronti consumati fuori casa ogni giorno.Anche la cura della preparazione, un tempo simbolo della dieta mediterranea, si e’ persa a causa dei ritmi frenetici: la maggior parte dei pasti in casa (il 45%) è preparato in un tempo tra compreso tra 10 e 30 minuti ed è consumato in 20-30 minuti. Se si considerano invece i pasti fuori casa i tempi di preparazione scendono, nella maggior parte dei casi, a meno di 10 minuti. Nella maggior parte dei casi (il 62%), chi prepara il pranzo o la cena e’ una persona diversa da quella che poi li consuma. “I ritmi di vita degli italiani stanno accelerando – conclude il rapporto – e il loro stile di alimentazione sta progressivamente seguendo questa tendenza. Il risultato è che il tempo e la qualità dello spazio dedicato all’alimentazione nell’arco della giornata risultano oggi compressi tra gli altri impegni quotidiani degli individui che sempre più spesso si trovano costretti a sacrificare la qualità della propria alimentazione”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.