Pera: Vernocchi, attesa da anni l’interprofessione diventa realtà

Attesa da anni dal comparto frutticolo dell’Emilia Romagna, che vanta una superficie coltivata a pere di circa 22.500 ettari (per il 50% facente capo al sistema organizzato), la nascita dell’Organizzazione Interprofessionale della pera, prevista per settembre, rappresenta una vera svolta per il settore.
Attraverso questo organismo, si potrebbe infatti programmare la produzione in base al reale andamento della domanda ed autoregolamentare l’immissione del prodotto sul mercato con l’obiettivo di prevenire o evitare campagne disastrose come quella che si è appena conclusa. È quanto afferma Davide Vernocchi, presidente di Apo Conerpo e del Settore Ortofrutticolo di Fedagri/Confcooperative.
“La nascita di questo organismo – prosegue Vernocchi – costituisce un’importante iniziativa a vantaggio di tutta la filiera come dimostra la massiccia adesione al progetto avviato con l’insediamento del Comitato promotore”. Hanno infatti firmato l’intesa, raggiunta con il supporto tecnico della Regione Emilia Romagna, le Organizzazioni professionali agricole, le principali Organizzazioni dei produttori, altre importanti realtà produttive, le Associazioni di rappresentanza del commercio privato, dei mercati generali e della distribuzione oltre all’industria di trasformazione.
“Attraverso l’Organizzazione Interprofessionale per la pera – dichiara Vernocchi – sarà possibile, tra l’altro, conoscere le esatte superfici coltivate e, quindi, il potenziale produttivo, elementi fondamentali per gestire correttamente il prodotto e garantire prezzi remunerativi agli agricoltori. Contemporaneamente, si potranno realizzare azioni promozionali unitarie per valorizzare le nostre pere, ed in particolare le Abate, fuori dai confini italiani, ‘conquistando’ nuovi mercati Ue ed extra Ue”. La nascita dell’Oi dovrebbe quindi impedire il ripetersi di situazioni critiche come quella registrata nel 2011, quando il prezzo delle pere ha subito una forte contrazione.
“Il nuovo organismo – conclude Vernocchi – si concentrerà poi su altre azioni, quali le iniziative per l’eliminazione delle barriere fitosanitarie, l’armonizzazione delle normative sui residui di fitofarmaci, la realizzazione di controlli rigorosi, l’applicazione di sanzioni per chi non rispetta le regole”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.