Pesca: a Rovigo vertice sulle concessioni demaniali nel Delta del Po

delta del po1
Vertice sulle concessioni demaniali di pesca nell’area del Delta del Po in Prefettura di Rovigo, dove il vicepresidente della Giunta regionale Marino Zorzato ha convocato tutte le istituzioni e gli enti territoriali coinvolti nella questione e nella sistemazione delle aree vallive e lagunari. L’obiettivo della riunione definire un percorso certo per arrivare all’assegnazione tramite gara, di ampliare la superficie valliva da mettere in concessione per attività di acquacoltura, di individuare un programma di interventi che assicurino la migliore qualità dell’acqua alle lagune in funzione di una attività economica importante per il Veneto e strategica per l’economia polesana. E’ stata avviata, in sostanza – informa una nota -, una vera e propria cabina di regia, che ha visto attorno allo stesso tavolo la Giunta regionale con Zorzato, anche in rappresentanza dei colleghi alla pesca Franco Manzato e alla difesa del suolo Maurizio Conte, l’assessore alle attività produttive Isi Coppola, la Prefettura con il viceprefetto vicario Adriana Sabato, la Provincia con la presidente Tiziana Virgili, i Comuni di Rosolina Porto Tolle e Porto Viro, Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Costiera e gli uffici tecnici e amministrativi regionali coinvolti: Demanio, Genio Civile, Difesa del Suolo, Avvocatura regionale. Il problema delle concessioni di pesca trova risposta in una “miniproroga” fino al 31 dicembre prossimo a quelle scadute o in scadenza prima di quella data, per arrivare a gennaio, d’intesa Regione, Provincia e Prefettura, a gare di affidamento che diano certezze, garanzie e condizioni d’investimento per gli lavora alla pesca nelle lagune rispetto all’attuale situazione di “prorogatio”, che crea solo dubbi, non invoglia certo ad investire e che e non ha trovato risposta a livello nazionale, dove è stato considerato solo il demanio marittimo ad uso turistico. Sui contenuti e le modalità delle gare comincerà dunque da subito l’approfondimento circa le condizioni di affidamento, dando ovviamente attenzione a chi svolge già questo genere di attività, che non si improvvisa e che richiede una capacità consolidata di coltivare il mare. Nello stesso tempo si lavorerà per mettere a gara anche un’ulteriore superficie di circa 38 ettari nella laguna di Caleri, 19 verso la foce, circa altrettanti più verso l’interno, che si aggiungeranno ai 40 ettari attualmente già in concessione. Infine si studieranno gli interventi per migliorare la qualità delle acque delle lagune polesane in funzione dell’acquacoltura, con l’impegno di trovare una soluzione tecnica nei prossimi due mesi che possa renderle più produttive e eviti fenomeni di moria degli allevamenti. Per quanto riguarda questo, tema è stata verificata la disponibilità di tutti gli enti coinvolti e anche quella delle organizzazioni della pesca. Zorzato ha inoltre preannunciato per settembre – ottobre un’ ulteriore riunione plenaria per fare il punto sullo stato di avanzamento delle tematiche affrontate oggi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.