Pesca: ambientalisti divisi sulla riforma, critico Wwf

pescatoriAmbientalisti divisi sulla riforma della politica comune della pesca (Pcp), su cui un accordo politico è stato raggiunto a Bruxelles. Per il Wwf Italia “alla riforma approvata mancano azioni decise per salvare gli stock ittici” soprattutto in termini temporali, mentre Greenpeace parla proprio di “un passo importante per il recupero degli stock” e di un riconoscimento alla pesca sostenibile. Il Wwf Italia è critico perché l’accordo “non considera il pilastro principale, cioé il recupero degli stock al più tardi entro il 2020”. Altro tallone d’Achille secondo Wwf Italia è il via libera “alla commercializzazione del novellame”, un disincentivo per evitare la pesca di pesci troppo piccoli e una decisione “potenzialmente molto dannosa” per il Mediterraneo, dove questo pesce “finirà nei ristoranti o nella farina di pesce per l’acquacoltura”. Greenpeace invece spiega che l’intesa stabilisce anche “l’obbligo di porre fine alla pesca eccessiva entro il 2015 per la maggior parte degli stock europei”, anche se sono previste eccezioni. Inoltre “cruciale è il fatto che con queste nuove norme i governi nazionali dovranno eliminare la capacità di pesca in eccesso delle proprie flotte e adottare criteri ambientali e sociali trasparenti per l’accesso a zone e quote di pesca”. Altro aspetto evidenziato da Greenpeace, il divieto futuro per i pescherecci europei “di praticare la pesca eccessiva nelle acque territoriali di altri Paesi” e che “la quantità di pesce che potrà essere rigettata in mare sarà ridotta”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.