Pesca del tonno: Catania, l’aumento delle quote non andrebbe alla Ue

Ci sarebbero le condizioni per un leggero aumento delle quote di cattura di tonno rosso, in seguito al miglioramento degli stock, ma difficilmente questo ripercuoterebbe sulle quote destinate ai pescatori europei. Sono le conclusioni a cui e’ giunto il ministro per la pesca Mario Catania, oggi a Lussemburgo dove, a latere del delicato negoziato per la riforma del fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) 2014-2020, i ministri preparano anche la posizione della Ue alla riunione annuale dell’Iccat (la Commissione internazionale per la conservazione dei tonni dell’Atlantico) che si terra’ dal 12 al 19 novembre ad Agadir (Marocco). “Sull’ incremento delle quote di cattura io resto prudente – ha spiegato il ministro – anche perche’ un eventuale aumento moderato delle quote andrebbe – per una serie di meccanismi tecnici, – non all’Unione europea ma ad altri membri dell’Iccat. Per avere una ricaduta sull’Ue l’aumento dovrebbe essere molto importante, fuori da ogni scenario concepibile”. L’Italia e’ stato lo Stato membro che ha maggiormente contribuito al recupero degli risorse di tonno rosso nel Mediterraneo riducendo in pochi anni da 68 a 12 le grande imbarcazioni a circuizione per la pesca del tonno rosso.
L’Italia attende ora di conoscere la valutazione tecnica che fa la Commissione della situazione di pesca del tonno rosso. Qualche eventuale aggiustamento potrebbe essere – spiega il ministro – “un piccolo scivolamento del calendario di pesca che va attualmente dal 15 maggio al 15 giugno per spostarlo leggermente dopo. Sembra che sarebbe meglio per i pescatori’’. Anche per la Francia la parola d’ordine e’ “prudenza’’. Madrid invece chiede “di tener conto delle conclusioni del rappporto Iccat sulla situazione delle risorse di tonno. Se le conclusioni indicheranno una ripresa delle risorse, la Spagna chiederà di ottenere un aumento ragionevole delle possibilità di pesca”. Per Madrid infatti la ricaduta di un incremento delle quota di cattura sarà comunque positiva per la sua industria di trasformazione del tonno rosso. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.