Pesca: è il nasello il pesce più sfruttato in Ue

peschereccio2
E’ il nasello la specie più sfruttata nei mari dell’Unione Europea, pescato fino a 14 volte oltre i livelli considerati sostenibili. E’ quanto sostiene Oceana che ha partecipato ai lavori di Catania sullo stato degli stock ittici del Mediterraneo organizzato dalla Commissione Europea e dal Consiglio Consultivo del Mediterraneo (MedAC). Ad oggi comunque, secondo l’associazione, il 96% degli stock ittici valutati risulta sovrapescati, una situazione che minaccia il prossimo futuro della pesca in Mediterraneo. Oceana, pertanto, chiede che siano messe in atto azioni immediate, partendo da piani di ricostituzione degli stock europei per i quali la mortalità per pesca ha raggiunto livelli insostenibili, come il nasello e i piccoli pelagici; ma anche promuovere in ambito internazionale (Iccat) un piano di recupero per il pesce spada del Mediterraneo, stabilire limiti di cattura basati sui pareri scientifici, proteggere le zone di riproduzione e gli eco sistemi marini vulnerabili, rafforzare i controlli in mare e a terra applicando sanzioni dissuasive, aggiornare la taglia minima di riferimento per la conservazione per tutti gli stock ittici commerciali in linea con i pareri scientifici e coerente e, non ultimo, applicare pienamente la clausola di condizionalità del Fondo Europeo per le Attività Marittime e la Pesca (Feamp), che prevede che gli operatori coinvolti in attività di pesca illegali non possano accedere alle risorse pubbliche.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.