Pesca ed economia siciliana, il punto dell’assessore Sparma

La pesca e’ un comparto fondamentale per l’economia siciliana e la produzione ittica nelle aree costiere ha un significativo peso economico e occupazionale che si unisce al valore tradizionale e culturale di un’attivita’ che e’ parte integrante dell’identita’ e dell’immagine dell’isola. La concorrenza, anche a livello europeo si fa pero’ sempre piu’ serrata, per questo e’ necessario investire bene le risorse del Fondo europeo per la pesca (Fep): Gianmaria Sparma, appena nominato assessore regionale al Territorio nel quarto governo Lombardo, traccia un bilancio dell’attività dell’attivita’ del dipartimento da quando e’ dirigente ”Il Fep – spiega Sparma, facendo un bilancio dell’attivita’ del dipartimento da quando e’ dirigente – puo’ consentire alle imprese di pesca di superare la crisi e consolidare importanti imprese. Abbiamo gia’ impegnato molte risorse e siamo avanti con le spese. Gia’ 80 milioni di euro sui 151 che toccano alla Sicilia sono stati assegnati e presto partiranno i progetti”. Le risorse investite si collocano su quattro assi fondamentali. Innanzitutto l’ammodernamento della flotta, ”quella siciliana – sottolinea – e’ la piu’ vecchia d’Italia con 29 anni di media a battello”, poi ci sono gli investimenti nella trasformazione e commercializzazione ”per una filiera coesa – ribadisce Sparma – e moderna”. Il terzo asse e’ l’acquacoltura, ”un asset importante – puntualizza – in cui fino agli anni Novanta eravamo all’avanguardia, poi abbiamo perso un po’ di terreno che possiamo pero’ recuperare grazie alla tenacia e alla pazienza degli esperti del settore”. Infine, la portualita’ peschereccia, molto importante anche a livello turistico.
Durante la dirigenza di Sparma, la Sicilia ha ottenuto altre due importanti successi a livello politico. Il primo anche grazie al ministro alle Politiche agricole, Giancarlo Galan, che ha concesso ai pescatori siciliani di poter scegliere, per il mese di fermo biologico, nel periodo che andava dal 1 agosto al 17 ottobre. ”Questo – spiega Sparma – ha permesso ai pescatori di proseguire l’attivita’ in molti casi fino a meta’ settembre, in modo da poter usufruire appieno dell’estate e aiutare l’economia regionale”. Altra grande vittoria e’ il protocollo d’intesa firmato con la Fao. La Sicilia sara’ infatti l’unica regione al mondo a partecipare al progetto Med-Sud-Med assieme a Italia, Libia, Algeria, Tunisia e Malta.

Un Commento in “Pesca ed economia siciliana, il punto dell’assessore Sparma”

Trackbacks

  1. Tweets that mention Pesca ed economia siciliana, il punto dell’assessore Sparma | Con i piedi per terra -- Topsy.com

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.