Pesca: Federcoopesca, riforma Ue compromesso accettabile

pescherecci molo“Il compromesso politico raggiunto oggi sulla riforma della Politica comune della pesca è un punto di equilibrio accettabile tra le esigenze nazionali e i diktat comunitari”. Commenta così Massimo Coccia, presidente Federcoopesca-Confcooperative il via libera al testo che riformerà il futuro del settore,dopo un lungo confronto tra Consiglio,Commissione e Parlamento europeo. “Una riforma partita sotto i peggiori auspici – precisa Coccia – viste le premesse di un testo sbilanciato verso la tutela delle risorse e poco in sintonia con le modalità della pesca professionale; ora invece alcuni dei temi cari a chi opera nel Mediterraneo sono stati recepiti”. La Federcoopesca sottolinea l’importanza di aver ottenuto un approccio più graduale sul divieto dei rigetti e sull’introduzione del principio di rendimento massimo sostenibile. Bene anche l’apertura verso il fermo biologico di pesca, considerato a tutti gli effetti una misura di gestione della risorsa. “Auspichiamo che le linee di indirizzo tracciate – conclude Coccia – si rispecchino nel nuovo fondo europeo per il settore (Feamp) che dovrà sostenere adeguatamente i cambiamenti imposti dalla nuova Pcp e rilanciamo ancora una volta, l’esigenza di un’efficiente macchina amministrativa che sappia far fronte alle nuove sfide”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.