Pesca, Galan: Italia in “black list” USA? Semplice procedura di identificazione

”Al momento l’Italia, insieme ad altre Nazioni, e’ stata solo ‘identificata’ come Paese ove, nel biennio 2009-2010, vi sono imbarcazioni coinvolte in pratiche di pesca illegale documentata”. Lo ha precisato il ministro dell’Agricoltura Giancarlo Galan nel corso del question time, a proposito dell’inserimento dell’Italia in una ‘Black list’ per la pesca illegale da parte degli Usa. ”I toni allarmistici utilizzati appaiono eccessivi considerato che, al momento, si tratta di una pura e semplice ”procedura di identificazione” – ha detto Galan – senza l’adozione di alcuna misura restrittiva, soprattutto in termini commerciali, da parte del Governo degli Stati Uniti. Sono certo che l’Italia potra’ dimostrare di aver adottato, nel periodo ‘incriminato’, le misure necessarie per contrastare le citate attivita’ illecite di pesca”. ”In linea con le disposizioni del nuovo Regolamento in materia di controllo ed in attuazione della legge delega in materia di pesca, ho dato mandato ai miei Uffici – ha aggiunto il ministro – di predisporre un nuovo sistema sanzionatorio teso a scoraggiare sempre più la pesca illegale, anche attraverso l’introduzione della cosiddetta licenza a punti”. Nel 2010 le Capitanerie di porto hanno effettuato 121.154 controlli lungo tutta la filiera della pesca, dal mare al ristorante, elevando sanzioni pari a 7,254 milioni di euro, con sequestri pari a 425 mila chilogrammi di prodotti. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.