Pesca: Galan sblocca 30 mln per regolamento mediterraneo


Il ministro delle Politiche agricole, Giancarlo Galan, ha sbloccato i 30 milioni del decreto caro-gasolio per attutire l’impatto delle nuove norme europee del regolamento Mediterraneo, entrato in vigore il 1 giugno 2010. Il decreto e’ stato firmato dal ministro al termine della convocazione che si e’ svolta ieri pomeriggio presso il ministero con le associazioni di categoria della pesca e i sindacati. Nella stessa occasione, e’ stato ratificato anche il decreto che istituisce l’unita’ di crisi annunciata dallo stesso Galan, per valutare l’impatto socioeconomico che il regolamento ha nel settore ittico in Italia. ”Tra le cose fatte per quanto riguarda il regolamento – ha detto Galan – alcune Regioni, Friuli-Venezia Giulia, Liguria e Sicilia, hanno avuto gia’ una risposta positiva sulle deroghe per quanto riguarda le nuove norme europee; la Toscana invece ha avuto per il momento risposta negativa, mentre le regioni dello Jonio sono in dirittura d’arrivo”. Secondo il ministro, tra le cose che si possono fare, sempre per il regolamento Mediterraneo, ”nella manovra finanziaria si deve prevedere necessariamente la proroga del piano triennale della pesca e dell’acquacoltura; pagare il fermo biologico con le risorse della cassa integrazione in deroga, come successo gia’ nel 2009; utilizzare le risorse del Fep (Fondo europeo pesca) destinato alle situazioni di crisi, con le Regioni che devono fare la loro parte”. ”Una cosa e’ certa – ha concluso il ministro – non si possono chiedere rinvii per quanto riguarda il regolamento Mediterraneo, un punto su cui non si possono illudere i pescatori italiani. Del resto oggi la commissaria greca Damanaki ha dimostrato la sua fermezza per quanto riguarda l’anticipo di chiusura della campagna pesca del tonno rosso, non soltanto in Francia e in Spagna, ma anche in Grecia, suo Paese di origine”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.