Pesca: i sindacati indicono lo stato di agitazione


La Fai, Flai e Uilapesca esprimono “forte preoccupazione per la situazione di crisi che il settore pesca attraversa ormai da diversi anni. Una crisi accentuata dall’applicazione di nuovi e piu’ stringenti regolamenti comunitari, dall’innalzamento del prezzo del carburante e, soprattutto, dal progressivo e crescente impoverimento delle risorse marine. Da piu’ marinerie italiane, dai lavoratori e dalle imprese, cresce sempre piu’ forte la richiesta al governo di intervenire”. I sindacati, ricorda la nota, ” da diversi mesi, hanno chiesto un incontro al ministero del lavoro per chiedere di rifinanziare la cassa integrazione (Cigs) in deroga per il settore. Lo scorso 6 maggio, inoltre, in un incontro con il ministro per le politiche agricole Saverio Romano, hanno rappresentato la necessita’ di introdurre un sistema di cassa integrazione strutturata per il settore, chiedendo il diretto intervento del ministro a sostegno di questa proposta. Ad oggi, dobbiamo constatare che tutte le nostre richieste sono cadute nel vuoto. Inoltre, dal 1 agosto prossimo, partira’ il “fermo biologico” che obblighera’ le imbarcazioni che effettuano la pesca a strascico e volante a sospendere le attivita’ per un periodo che oscillera’ tra i 30 e i 45 giorni lavorativi. Per far fronte a questa situazione, riteniamo quindi fondamentale l’utilizzo dello strumento della Cigs in deroga e, soprattutto, il suo necessario e urgente rifinanziamento per l’anno in corso.
Considerata la gravita’ della situazione, l’incertezza sul futuro del settore e la grave mancanza di segnali da parte del governo, FAI, FLAI e UILAPESCA indicono lo stato d’agitazione dei lavoratori del settore, rinnovano al ministero del lavoro la necessita’ di un confronto per rispondere in maniera chiara alle richieste che arrivano dai lavoratori dipendenti, chiedono al ministro per le politiche agricole di attivarsi, con la stessa sollecitudine con la quale si e’ attivato per trovare le risorse per gli imprenditori, al fine di poter giungere al piu’ presto al rifinanziamento della Cigs in deroga per il settore.(AGI) Bru

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.