Pesca illegale: da Ue cartellino giallo a otto Paesi terzi


La Commissione europea ha lanciato oggi un avvertimento a otto Paesi terzi affinché collaborino nella lotta contro la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata. In effetti, Bruxelles stima “che il 16% di tutto il pesce catturato in mare importato nell’Ue sia frutto della pesca illegale”. E’ la prima volta che Bruxelles alza il ‘cartellino giallo’ nei confronti di Paesi terzi, in questo caso Belize, Cambogia, Figi, Guinea, Panama, Sri Lanka, Togo e Vanuatu. Per loro, gli esperti Ue hanno elaborato un piano d’azione per aiutare ogni singolo governo ad intervenire contro la pesca illegale. Bruxelles ora lascerà “un tempo ragionevole” ai quei governi per prendere dei provvedimenti e rimediare alla situazione. Tuttavia, in caso di assenza di cooperazione – ha spiegato la commissaria Ue alla pesca Maria Damanaki – “la Commissione europea potrebbe proporre di attivare anche misure commerciali” quali il divieto di vendere dei prodotti ittici all’Ue. Bruxelles appare più che mai decisa a proseguire su questo impegno, sostenuta dagli Usa. Ogni anno infatti, “vengono catturate illegalmente tra 11 e 26 milioni di tonnellate di pesce, ossia almeno al 15% delle catture mondiali, per un valore complessivo di 10 miliardi di euro. “Vogliamo dare al mondo – precisa la commissaria – un chiaro segnale che l’Ue non intende tollerare la pesca illegale, un’attività criminale.. che va eliminata con ogni mezzo”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.