Pesca: l’Europarlamento vota misure per limitare sfruttamento dei mari


Stop all’eccessivo sfruttamento delle risorse della pesca in Europa, tramite una riforma radicale in grado di garantire un’attività ittica sostenibile e una migliore pianificazione dell’attività, grazie a piani pluriennali basati su dati scientifici più affidabile e precisi. Lo ha oggi deciso la maggioranza dei deputati della commissione pesca dell’Europarlamento approvando un progetto di risoluzione sulla politica comune della pesca (Pcp) con 13 voti a favore, 10 contrari e 2 astensioni. Il progetto, che passerà al voto dell’Assemblea plenaria nel mese di febbraio, punta ad un approccio a più lungo termine per mettere in opera una politica di recupero degli stock ittici, al più tardi entro il 2020, e in seguito mantenere le risorse a quei livelli. Per gli eurodeputati, con un approccio a più lungo termine anche l’industria ittica sarà in grado di investire meglio e pianificare in anticipo l’attività di pesca. L’eccesso sfruttamento delle risorse, spiegano gli eurodeputati, “è visto da molti come il maggior fallimento dell’attuale politica comune della pesca che risale al 2002”. La nuova Pcp entrerà in vigore nel 2014. Secondo le stime della Commissione europea “l’80% degli stock del Mediterraneo e il 47% degli stock dell’Atlantico sono sovrasfruttati”. Positivi i primi commenti degli ambientalisti. Per Roberto Ferrigno, Coordinatore WWF per la Pesca “oggi è una splendida giornata per i pesci. Questa è una tappa fondamentale per attuare una vera riforma della politica comune della pesca europea, per rendere la pesca più sostenibile”. Il WWF invita ora il resto dei deputati in Parlamento a difendere questa posizione nel voto in plenaria che ci sarà nei primi mesi del 2013.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.