Pesca, no alle tasse sulla demolizione della flotta

I premi per le demolizioni definitive delle imbarcazioni non devono essere tassati. Lo chiede il presidente della Federcoopesca-Confcooperative, Massimo Coccia, in una lettera inviata al direttore generale della Pesca, Francesco Saverio Abate. ”I premi di arresto definitivo della flotta da pesca non devono essere assoggettati a tassazione sull’imposta sui redditi e neppure rientrare nella base imponibile per il calcolo dell’Irap”, afferma Coccia, chiedendo all’amministrazione di fare chiarezza sul trattamento fiscale, dal momento che le graduatorie delle domande di arresto delle imbarcazioni sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale italiana. Federcoopesca fa notare come la richiesta sia in linea con quanto avvenuto nelle precedenti misure per favorire l’arresto definitivo dei pescherecci e con quanto indicato dal Fondo europeo per la pesca che parla di ”pagamenti ai beneficiari senza detrazioni, trattenute o oneri specifici che riducano gli importi stanziati”; questo a garanzia di parita’ trattamento per i pescatori dei diversi Stati comunitari.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.