Pesca: oggi sul tonno rosso parola ai ministri europei

Sui tagli alla pesca al tonno rosso nella campagna 2011, prospettati nei giorni scorsi dalla commissaria europea responsabile del settore, Maria Damanaki, prenderanno la parola oggi a Lussemburgo i ministri della pesca dell’Ue. Per l’Italia, il ministro Giancarlo Galan. Il dossier e’ estremamente sensibile considerando che nella campagna 2010 i pescatori italiani sono stati gli unici a tirare le reti a secco per favorire l’incremento degli stock di tonno. Il confronto ministeriale di oggi si preannuncia tutto in salita dopo che la commissaria Damanaki ha annunciato che il dossier della pesca al tonno rosso, su cui sta lavorando Bruxelles, si basera’ su fatti scientifici. Per aggiungere pero’ subito dopo: sembra che una riduzione sostanziale della quota potrebbe essere la strada da seguire per avere una buona possibilita’ di ottenere uno stock sostenibile al 2020 e una sua sostenibilita’ a lungo termine. Immediata e’ stata l’alzata di scudi delle organizzazioni europee del settore. ”Secondo il rapporto 2010 sul tonno rosso del comitato scientifico Iccat (la Commissione internazionale per la conservazione del tonno atlantico) – ha detto il presidente delle cooperative di pesca europee (Cogeca) Giampaolo Buonfiglio – mantenendo la quota attuale di pescato (13.500 tonnellate per l’Europa) si potra’ raggiungere un livello di biomassa ottimale nel 2022, ossia un anno prima dell’obiettivo che si era posta Bruxelles”. La commissaria, ribadisce il presidente del Cogeca – ”ha evidentemente un preconcetto di natura ideologica che la porta a prevedere una riduzione anche se il comitato scientifico Iccat non lo ritiene necessario”. A gettare olio sul fuoco, anche la procedura decisionale seguita dalla Commissione Ue: ”Bruxelles – fa sapere Buonfiglio – ha annullato la riunione preparatoria sulla questione Iccat tra la Direzione generale ‘Mare’ all’Esecutivo Ue e le organizzazioni della pesca, che doveva aver luogo il 21 ottobre”. Le avvisaglie che il consiglio dei ministri di oggi si preannunci difficile sono giunte anche dalla riunione di preparazione del Consiglio Ue. Secondo fonti comunitarie, diversi Stati membri non hanno apprezzato che la commissaria diffonda informazioni su un dossier che sara’ discusso per la prima volta al consiglio Ue solo oggi e che al momento nessun documento e’ ufficialmente disponibile”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.