Pesca: per imprese e coop insufficiente il nuovo fondo Ue 2014-2020

La proposta di creare un nuovo Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca per il periodo 2014-2020, lanciato venerdì scorso dalla commissaria Maria Damanaki, è stata accolta in modo “mitigato” dalle organizzazioni europee del settore. I presidenti delle imprese di pesca dell’Ue (Europeche) Javier Garat, e delle cooperative (Cogeca) Giampaolo Buonfiglio, riconoscono che “é stato compiuto uno sforzo in materia di innovazione, di partenariato tra scienziati e pescatori, di sostenibilità della pesca e di competitività dell’acquacoltura, un settore che sarà chiamato – dicono – a svolgere un ruolo predominante in futuro”. Detto ciò, affermano che “nel nuovo Fondo restano ancora vari aspetti che sono trascurati, privi di risorse finanziarie”. In particolare – precisano – “mancano totalmente misure per agevolare la creazione di opportunità occupazionali nel settore, in particolare per i giovani”. Tra le nuove misure proposte, Garat e Buonfiglio “deplorano che la Commissione proponga di eliminare ogni sostegno finanziario per la demolizione dei pescherecci, mentre vari Stati membri dell’Ue chiedono di mantenere quel sostegno, come pure gli aiuti destinati a compensare l’impatto socioeconomico degli arresti temporanei delle attività di pesca per motivi biologici”. I due presidente hanno poi lanciato un appello “a favore di un’ampia divulgazione dei nuovi meccanismi del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, “per evitare – spiegano – un sottoutilizzo dei fondi nel corso del prossimo periodo di programmazione”. Le imprese e le cooperative europee auspicano infine che i mezzi finanziari del futuro Fondo “siano accessibili anche alle organizzazioni europee del settore, per realizzare progetti comunitari o transnazionali, progetti di interesse comune, e incontri per lo sviluppo di partenariati nella filiera”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.