Pesca: polemica sull’esaurimento degli stock. Agci Agrital: “è disinformazione”


“I consumatori stiano tranquilli, il pesce italiano non è finito. La notizia di ieri è l’ultima trovata di organizzazioni ambientaliste sempre in cerca di dichiarazioni ad effetto sull’opinione pubblica, per drammatizzare e deformare un dato noto da molti anni e cioè che la domanda interna supera l’offerta di pesce italiano”. Commenta così il presidente di AGCI Agrital Giampaolo Buonfiglio, i dati di un dossier pubblicato ieri, secondo cui il prodotto ittico italiano si starebbe esaurendo. L’allarme ‘inventato’, secondo l’associazione, consiste nell’elaborazione del dato sull’import dei prodotti ittici rispetto alla domanda interna che da molti anni si attesta per diversi Paesi europei tra il 50% e 65%. “I consumatori – precisa il presidente – continueranno a trovare nelle nostre pescherie, per tutto l’anno, anche pesce italiano accanto a quello importato come indicato dalle etichette a norma europea, mentre messaggi fuorvianti ed irresponsabili – conclude – non risolveranno i problemi dell’ambiente e della pesca sostenibile che, per essere affrontati, hanno bisogno di un approccio serio lontano dalle dichiarazioni ad effetto e di dati scientifici su cui basare scelte politiche tecniche e gestionali”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.