Pesca: Ppe, ok sostenibilità, ma non a scapito dei pescatori

pescatoriLa nuova politica comunitaria della pesca, approvata oggi dal Parlamento europeo, è considerata “fortemente penalizzante per gli operatori del settore” dai parlamentari del Ppe, Antonello Antinoro, Enzo Rivellini e dal capo delegazione Giovanni La Via, in particolare, sullo “stop alla pratica dei ‘rigetti’, ovvero la parte del pescato che viene scaricata a mare. Secondo Giovanni La Via, “con il voto di oggi sono prevalse le logiche del gruppo dei Verdi e dei paesi del Nord Europa, a discapito degli interessi dei pescatori che operano nel Mediterraneo e che hanno visto i loro interessi non tutelati”. Per l’eurodeputato Enzo Rivellini poi, sono stati “considerati i diritti del mare, i diritti dei pesci, i diritti dell’ambiente, ma non quelli dei pescatori”, mentre il “Gruppo del Ppe aveva proposto un emendamento per graduare in percentuale e nel tempo i divieti dei rigetti e che tenesse in considerazione la specificità dei bacini a cui si fa riferimento, ma la Sinistra miope ha bocciato la proposta”. Antonello Antinoro, coordinatore del gruppo Ppe per la commissione pesca del Parlamento europeo, ritiene che questa riforma “non farà altro che creare ancora più confusione e dissenso all’interno del settore. Nascondendosi dietro la demagogia di una pesca attenta alla conservazione dei mari – prosegue – sono passate tante misure volte a limitare sempre più la vera pesca sostenibile, ovvero quella artigianale e costiera tipica del Mediterraneo”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.