Pesca: Sicilia virtuosa

La Sicilia del mare si scopre virtuosa nella gestione dei fondi europei. Il buon esempio arriva dal mondo della pesca siciliana che sta affrontando una delle crisi piu’ difficili di sempre. ”La congiuntura internazionale incide sui consumi, anche su quelli alimentari – spiega Titti Bufardeci, assessore regionale alle Risorse agricole – ma il contesto del settore e’ aggravato dalle nuove regole europee, in termini di tutela ambientale e sicurezza, che hanno creato gravi restrizioni ai nostri pescatori”. Per contrastare il possibile declino di una tradizione che lega uomo e mare, la Sicilia ha a disposizione le risorse del Fep, il fondo europeo per la pesca. Il Fep si articola in una serie di assi prioritari e misure attuative dei singoli interventi. Il piano finanziario e’ stato definito per l’intero periodo di programmazione, che comprende le annualita’ che vanno dal 2007 fino al 2013. Lo stanziamento assegnato alla Regione siciliana e’ di poco piu’ di 151 milioni, meta’ a carico dell’Ue, la rimanente quota e’ coperta tra risorse nazionali (40 per cento del totale) e regionali (10 per cento del totale). ”Con queste risorse dobbiamo compiere un salto di qualita’ – afferma Bufardeci – affinche’ le nostre flotte siano competitive a livello internazionale. A 3 anni dalla chiusura del ciclo di programmazione e’ il momento di tracciare un primo bilancio: i dati del dipartimento regionale della pesca indicano in 88 milioni le risorse gia’ messe a bando”. Lo split degli impegni finanziari inizia con 7,93 milioni destinati, per il periodo 2007/2008, ad investimenti a bordo dei pescherecci e selettivita’. Sempre sullo stesso tema sono gia’ stati messi a bando altri 3,9 milioni per il periodo 2010/11. Oltre 30,4 milioni saranno spesi per investimenti nei settori della trasformazione e della commercializzazione. In dettaglio: 13,25 milioni per il triennio precedente e altri 17,04 milioni per le annualita’ che vanno da ora sino al 2012. Diciassette milioni di euro vanno al settore dell’acquacoltura, 5 per i piani di gestione locali e piu’ di 18 per i porti e i luoghi di riparo per il settore della pesca. (ANSA).

2 Commenti in “Pesca: Sicilia virtuosa”

  • elena scritto il 13 luglio 2010 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 17:23

    desidero sapere se c’è la possibilità di potere realizzare con dei finanziamenti europei la lavorazione del pesce con relativo commercializzazione, visto che mio marito è pescatore e regolarmente iscritto in cooperativa di pesca .
    grazie

  • elena scritto il 13 luglio 2010 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 17:24

    poichè il settore pesca èin grave crisi e se non ci diamo una mossa qua si muore di fame .

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.