Pesca: siglato un accordo per favorire le demolizioni

Favorire le procedure di demolizione di circa 1.500 imbarcazioni da pesca italiana pronte ad uscire dal mercato, beneficiando degli stanziamenti del Fondo europeo della pesca. E’ l’obbiettivo del protocollo di intesa siglato tra Federcoopesca-Confcooperative e la societa’ siciliana Ciulla s.r.l che opera nel settore delle demolizioni e collabora con la Protezione civile e l’Arma dei Carabinieri. Ad oggi il 12% della flotta ha fatto domanda per l’arresto definitivo ed e’ in attesa che si completi l’iter legislativo sul fronte nazionale e comunitario. In Italia, infatti, si sta lavorando per stilare le graduatorie delle imbarcazioni in base alle domande presentate, mentre da Bruxelles si attende il via libera al Programma operativo che provvedera’ all’indennizzo economico. ”I tempi stringono – spiega Massimo Coccia presidente Federcoopesca-Confcooperative – e lo spauracchio del disimpegno automatico delle risorse comunitarie, il cui termine e’ fissato al 31 dicembre 2010, preoccupa gli armatori, in particolare quelli del comparto tonniero alla luce delle nuove stringenti misure di cattura”. Secondo il presidente e’ importante, quindi, snellire i passaggi burocratici e le operazioni vere e proprie di demolizione delle imbarcazioni che vanno eseguite in tutta sicurezza e nel pieno rispetto delle normative vigenti, in materia di recupero e smaltimento di rifiuti. ”In una fase critica per l’economica ittica come questa – conclude Coccia – e’ indispensabile fornire agli operatori servizi che consentano di usufruire appieno di tutte le opportunita’, anche quando si tratta di dolorosi ma inevitabili tagli alla flotta”. (Ansa)

8 Commenti in “Pesca: siglato un accordo per favorire le demolizioni”

  • SAPONARO SALVATORE scritto il 27 aprile 2010 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 18:33

    SALVE!SONO UN ARMATORE ANCHIO VORREI SAPERE DA CHI E’ ESPERTO IN MATERIA DI DEMOLIZIONE SE E’ POSSIBILE CHE ROMA ACCETTI LA MIA DOMANDA DI DEMOLIZIONE AVENDO SUBITO UN AFFONDAMENTO.PRECISO CHE LA MIA DOMANDA DI DEMOLIZIONE E’ STATA PRESENTATA IN OTTOBRE CORRENTE ANNO 2009.NELL’ATTESA VI PORGO DISTINTI SALUTI.

  • paolo pignalosa scritto il 5 maggio 2010 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 20:43

    risposta per saponaro salvatore, sono molto dispiaciuto per la tua disgrazia, ma la direttiva europea relativa alle demolizioni non prevede il riconoscimento del contributo in caso di affondamento, perchè deve avvenire materialmente la demolizione dell’imbarcazione, invece e possibile chiedere un nulla osta che il ministero eventualmente accorderà per il passaggio della licenza dell’imbarcazione affondata su una nuova costruzione e/o trasferimento eventuale su una imbarcazione di pari G:T: e pari Kw esistente ma non da trasferie su imbarcazioni al traffico provenienti da ex pesca(demolizioni) saluti cap. paolo

  • Antonino Paratore scritto il 20 maggio 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 20:11

    salve! sono un armatore che ha effettuato la domanda di demolizione del proprio peschereccio. vorrei sapere quando, secondo lei , arriverà la risposta dallo stato in merito alla demolizione. nell’attesa della risposta le porgo cordiala saluti.

  • FABIO scritto il 27 giugno 2011 pmlunedìMondayEurope/Rome 20:07

    SALVE, VOLEVO SAPERE SE OLTRE AL PREMIO DI ROTTAMAZIONE DELLA BARCA ERA PREVISTO ANCHE UN RIMBORSO PER LA ROTTAMAZIONE STESSA. GRAZIE. NELL’ATTESA VI PORGO DISTINTI SALUTI.

  • giuseppe francesconi scritto il 11 ottobre 2011 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 18:49

    sono il proprietario di un peschereccio, vorrei sapere se è possibile inviare quest’anno la domanda di demolizione per la suddetta imbarcazione ed eventualmente dov’è possibile reperire i modelli per la domanda.
    Ringraziando porgo distinti saluti

  • Corrado scritto il 9 aprile 2012 pmlunedìMondayEurope/Rome 19:04

    Buongiorno. Siamo attrezzati e disponiamo di una grossa area a La Spezia, sul mare, dove possiamo effettuare gli alaggi e le demolizioni di pescherecci e di imbarcazioni in genere, nel rispetto di tutte le normative ambientali sia per le metodologie di demolizione che per lo smaltimento. Potreste darmi un consiglio su quali canali utilizzare per presentare la nostra attività? Cordiali saluti Corrado Ardizzone

  • rosi scritto il 27 aprile 2012 pmvenerdìFridayEurope/Rome 18:08

    salve ,sono figlia di un’ armatore mio padre ha fatto domanda quasi 3 anni fa e ancora nn ha ricevuto nulla,mentre quasi tutti gli armatori del mio paese hanno ricevuto i soldi la capitaneria in merito mi dice che è l’unica imbarcazione che supera una certa stazza, fra un mese scade la pratica, in pratica mio padre perde spese  e capitale  volevo sapere cosa poteva fare in merito visto che ha il suo sangue per questa imbarcazione e ora si vedebruciare tutta la sua vita in poco tempo.in attesa di risposta vi porco i miei saluti.

  • daniele cavassa scritto il 11 febbraio 2014 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 19:30

    salve a tutti… io sono Daniele proprietario di una barca …. sapete per caso quando si possono ripresentare le domande per la demolizione di un imbarcazione ??? … non ne posso piu’…. se potete fatemi sapere qualcosa SU……….. cavassadani… buggerru… in attesa ringrazio  e distintamente saluto…. 

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.