Pesca: sindacati, rifinanziare la Cigs in deroga per il 2012


Definire il rifinanziamento della Cigs in deroga per il 2012 e il pagamento per il 2011 per i lavoratori della pesca. E’ quanto chiedono i sindacati del settore Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uilapesca che, in una nota, fanno sapere di essersi astenuti dal voto in Commissione consultiva centrale della pesca sullo schema di decreto sul fermo pesca 2012. Malgrado le rassicurazioni date sull’erogazione degli ammortizzatori sociali, spiegano in una nota unitaria i tre sindacati, non è stato ancora definito il provvedimento delle erogazioni a favore dei lavoratori che a oggi non hanno alcuna certezza in merito. Da qui la decisione di Fai, Flai e Uilapesca di astenersi sul provvedimento sul fermo pesca 2012, in attesa di poter al più presto essere convocati dal ministero del Lavoro per definire la questione.
Sul tema è intervenuta anche Legapesca che chiede di estendere ai lavoratori della pesca le tutele sociali della Cassa Integrazione ordinaria, unico settore produttivo escluso nell’ambito della filiera ittica. Secondo l’associazione, il passaggio alla Camera del ddl Lavoro sarà l’occasione per garantire questa tutela sociale indispensabile per rispondere alla crisi produttiva ed occupazionale del settore. A preoccupare la Legapesca è anche l’incertezza sulla copertura degli indennizzi del fermo pesca per il 2012 ricorrendo alle risorse della Cassa integrazione in deroga; e in questo senso l’associazione auspica un incontro a breve con il ministero del Lavoro insieme ad Agci Agrital, Federcoopesca-Confcooperative e sindacati. A proposito del fermo pesca appena approvato, la Lega Pesca ha apprezzato la novità delle misure tecniche post-fermo. Per la prima volta, infatti, in Adriatico la flotta di strascico e volante pescherà un giorno in meno alla settimana (4 giorni anziché 5), in modo da garantire maggiore tutela e valorizzazione delle risorse.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.