Pesca: tra maltempo e proteste persi 60 mln in tre settimane


Tra maltempo e proteste, la pesca italiana in tre settimane ha perso oltre 60 milioni di euro di mancati ricavi. E’ il bilancio stimato dalla Federcoopesca-Confcooperative che diventa ancora più grave se si considera la bilancia commerciale import-export. In questo prolungato periodo di inattività dei pescherecci, infatti, i mercati hanno registrato un calo fino all’80% nell’offerta di prodotto nazionale, mentre per quello estero, nonostante il blocco dei tir, la riduzione non ha toccato il 7%. Ripercussioni per il fermo, precisa l’associazione, ci sono state anche sul fronte dell’export. L’Italia importante esportatore di acciughe, sardine e cozze ha dovuto cedere quote di mercato a Paesi come Spagna e Marocco. La Federcoopesca ricorda che l’incidenza delle importazioni ittiche sul settore agroalimentare nazionale è dell’11%, che scende al 2% per le esportazioni. Sul fronte dei consumi gli italiani mangiano oltre il 70% di pesce straniero.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.