Pesca: Tribunale Ue, no risarcimento danni da stop tonno rosso. Bocciato ricorso Italia

tonno rosso2
No alla richiesta di risarcimento danni avanzata da alcuni pescatori italiani per il divieto anticipato di pesca del tonno rosso deciso dalla Commissione Ue nel 2008. Lo ha stabilito il Tribunale Ue, che ha respinto il ricorso basato sul fatto che la decisione di Bruxelles li avrebbe discriminati rispetto ai colleghi spagnoli, che avevano avuto una settimana di tempo in più per pescare. Secondo i giudici “tale discriminazione non è sufficientemente qualificata per far sorgere la responsabilità extracontrattuale dell’Ue”. Il Tribunale rileva infatti che la fissazione di due diverse date di divieto della pesca per le tonniere greche, francesi, italiane, cipriote e maltesi da un lato, e per le tonniere spagnole dall’altro, non costituisce di per sé una violazione manifesta del divieto di discriminazione. Il regolamento Ue risponde infatti all’ “interesse generale di evitare un grave rischio” per gli stock di tonno rosso e “non a quello di tutelare” la pesca. Inoltre le tonniere spagnole sono comunque state obbligate a sospendere la pesca in anticipo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.