Pesca, UE: al via l’accordo con Papua Nuova Guinea e Isole Fiji

Il Parlamento europeo ha dato il suo definitivo visto buono all’Accordo di associazione provvisorio con Papua Nuova Guinea e le Isole Fiji, un’intesa – approvata con 540 si’, 120 no e 20 astensioni – che ha sollevato le proteste del settore europeo del tonno. Una seconda risoluzione, non vincolante, ha raccolto le preoccupazioni di questo settore, legate in particolare al commercio del tonno in scatola. La decisione di Papua Nuova Guinea di derogare alle regole di origine della pesca – si legge in questa seconda risoluzione – ”ha trasformato questo paese in un genuino hub” della trasformazione del tonno in scatola proveniente da altri paesi, come Cina, Filippine, Thailandia, Usa e Australia. La preoccupazione degli eurodeputati e’ che Papua Nuova Guinea funzioni da cavallo di troia per l’importazione in Europa di tonno pescato da altri paesi, che non dovrebbero godere dei benefici commerciali concessi allo Stato oceanico. Inoltre sussiste il rischio, insistono gli eurodeputati, che all’interno del tonno esportato da Papua Nuova Guinea nel mercato europeo ci sia del pesce catturato in maniera illegale. I recenti investimenti realizzati nell’isola dovrebbero permettere a Papua Nuova Guinea di raggiungere una produzione di 400 mila tonnellate all’anno di tonno in scatola, in gran parte destinato al mercato comunitario (che ha un volume totale di 720 mila tonnellate) grazie proprio all’eliminazione dei dazi doganali prevista dall’Accordo con il fine di sviluppare economicamente il paese. Nel 2009 le esportazioni di tonno trattato in Papua Nuova Guinea verso la Ue ascendevano a 75 mila tonnellate. Il paese piu’ preoccupato per l’intesa e’ la Spagna, tanto che il Partido popular spagnolo e’ stato l’unico, assieme ai verdi, a votare contro l’Accordo di associazione provvisorio. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.