Pesca: Ue, armatori e pescatori chiedono di rivedere la riforma

pescherecciSì di armatori e pescatori europei a porre la sostenibilità al centro della futura politica comune della pesca (Pcp), a condizione che ci sia un equilibro tra la dimensione ambientale, economica e sociale, per dare un futuro settore. No invece all’entrata in vigore entro il 2015 – ma posporlo al 2020 – del sistema di pesca legato al ‘rendimento massimo sostenibile’ (in base alla qualità delle varie scorte ndr) che definiscono “rigidò e irrealistico”. Sono alcuni dei temi scottanti della futura riforma della pesca che Giampaolo Buonfiglio, a nome dei pescatori e delle cooperative dell’Ue, e Javier Garat per Europeche, ricordano in una lettere al presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, a pochi giorni dal voto dell’Assemblea sul progetto di riforma della pesca e del finanziamento del settore in Europa. Nel testo gli operatori puntano il dito anche sulla “rapidità” con cui si vuole vietare la pratica dei rigetti in mare di pesci, oltre all’obbligo di registrare e sbarcare tutte le specie sfruttate secondo un preciso calendario a partire dal primo gennaio 2014. Bene invece viene accolto l’obiettivo di avere dei piani pluriennali per ogni attività di pesca, così come l’attuazione di una “maggiore regionalizzazione nelle decisione di gestione del settore. Dovranno invece rientrare nelle prerogative degli Stati membri – scrivono – la fissazione e l’assegnazione di concessioni di pesca trasferibili su base volontaria”. Infine armatori e pescatori chiedono severi controlli sulle importazioni di prodotti ittici per poter rilanciare l’acquacoltura europea. (ANSA)

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.