Pesca: Wwf, scoperto traffico illegale di tonno rosso

Tra il 2000 e il 2010 oltre 14mila tonnellate di tonno rosso lavorato sono state commercializzate attraverso Panama all’insaputa della Commissione internazionale per la conservazione dei tonni dell’Atlantico e Mediterraneo (Iccat), l’organismo internazionale di gestione della pesca del tonno rosso. Lo rivela uno studio commissionato dal Wwf, da cui emerge che il pesce è stato esportato a Panama da Paesi mediterranei tra cui Italia, Spagna, Marocco, Tunisia e Turchia, e da lì riesportato in Giappone. Stando ai dati ufficiali delle dogane, in un decennio circa 14.327 tonnellate di tonno rosso lavorato sono state commerciate attraverso Panama. Il volume corrisponde a circa 18.704 tonnellate di pesce vivo, sottolinea il Wwf, che chiede ulteriori indagini all’Iccat e alle nazioni coinvolte. “E’ la “prima indagine mai fatta su questo problema, e probabilmente mostra solo la punta dell’iceberg”, afferma Marco Costantini, responsabile del programma Mare del Wwf Italia. “Secondo i dati disponibili, pare che nessuna di queste spedizioni sia mai stata segnalata all’Iccat”, prosegue Costantini, secondo cui, se la Commissione confermasse quanto scoperto, “il fenomeno sarebbe pienamente classificabile come pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata, secondo gli standard della Fao”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.