Pesche, no crisi ma bisogna aggregare


Potrebbe essere superata la crisi di sovrapproduzione che ha caratterizzato lo scorso anno il settore di pesche e nettarine in Emilia Romagna, ma serve aggregare l’offerta per rilanciare i consumi. Lo ha detto il presidente Federico Vecchioni, intervenendo a Cesena al convegno dei giovani agricoltori della Confagricoltura di Forli’-Cesena e Rimini. ”Gli indicatori produttivi europei ci segnalano per le pesche una contrazione intorno al 6% – ha spiegato Vecchioni – e se l’andamento climatico migliorera’ e le fasi vegetative procederanno regolarmente, affronteremo la campagna produttiva con maggiore serenita”’. Secondo il presidente, occorre agire valorizzando lo schema di accordo su pesche e nettarine realizzato in Emilia-Romagna tra produttori e grande distribuzione, ma anche fare uno sforzo organizzativo per rafforzare l’aggregazione dell’offerta, perche’ ”la limitata percentuale di prodotto associato condiziona la capacita’ contrattuale del settore”. ”La riorganizzazione dei produttori – ha concluso il presidente – e’ un tassello importante da inquadrare in un progetto piu’ ambizioso, che non si fermi alla sola gestione post-produttiva ma che faccia leva sempre di piu’ sull’innovazione e sulla modernizzazione delle imprese”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.