Petizione contro allevamenti intensivi, quasi 73.000 firme

pollo 2
Ha già raccolto quasi 73.000 firme una petizione sul sito change.org che chiede la chiusura degli allevamenti intensivi. La petizione, lanciata da un singolo cittadino, Filippo Coluccia, è diretta alla ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, e al ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina. “Chiediamo quanto prima la chiusura degli allevamenti intensivi presenti in Italia e di non importare carni e derivati da questo tipo di allevamento – si legge nella petizione -, a favore di realtà più piccole e più rispettose del benessere animale, insieme ad una promozione di diete a base vegetale che incoraggino il consumo di cibi vegetali e scoraggino l’eccessivo consumo di carne e derivati”. “Esistono gli allevamenti intensivi perché vi è una domanda sempre più alta di cibi animali e questo non è più sostenibile da parte dell’ambiente e dall’uomo – prosegue la petizione, che ad oggi ha raccolto 72.976 firme -. Moltissime e sempre più frequenti sono le malattie del benessere legate ad un’alimentazione ricca di carne e derivati e povera di frutta e verdura”. Inoltre, prosegue il documento “il 70% degli antibiotici prodotti nel mondo finisce negli allevamenti intensivi. In quelli avicoli, per esempio, analisi commissionate dall’Unione Europea hanno trovato elevate percentuali di batteri resistenti. Batteri che ritroviamo nel piatto, perché le linee di macellazione non proteggono integralmente dalla contaminazione”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.