Petizione contro foie gras, 320mila firme a Commissione Ue

oche

oche

L’Unione europea deve fermare la produzione del foie gras, che si produce ingozzando oche e anatre, un “trattamento crudele” che provoca sofferenze e malattie agli animali. E’ il senso della petizione con circa 320mila firme raccolte da quattro Ong impegnate a favore del benessere degli animali e presentata alla Commissione europea da tre europarlamentari, il laburista britannico David Martin, l’indipendente di sinistra tedesco Stefan Eck e l’olandese del ‘Partito degli Animali’ Anja Hazekamp. I rappresentanti delle Ong (la ‘Albert Schweizer Foundation for our contemporaries’, la ‘Compassion in World Farming’, la ‘L214’ e la ‘Peta Uk’) ed i tre parlamentari hanno incontrato il gabinetto del commissario Vytenis Andriukaitis, responsabile per la salute e la sicurezza alimentare, chiedendo di “passare all’azione” e fermare la produzione del foie gras in Francia, Belgio, Bulgaria, Spagne e Ungheria, i cinque paesi europei in cui l’allevamento con alimentazione forzata è ancora legale. “Abbiamo fornito alla Commissione un patrimonio di prove scientifiche e di reclami formali contro le illegalità commesse nella produzione del foie gras, a cominciare dall’uso delle gabbie individuali vietate nella Ue dal 2011, ma la risposta è stata patetica” ha osservato Peter Stevenson, responsabile di Compassion in World Farming. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.