Piadina romagnola verso l’Igp ma è condita dalle polemiche


Di minor diametro e maggiore spessore come si usa nell’entroterra forlivese e ravennate, oppure più larga e sottile alla maniera riminese. E come ingredienti solo farina, acqua, sale, strutto, olio di oliva e lievito, quest’ultimo facoltativo. Per la piadina romagnola, si avvicina lo storico traguardo del marchio Igp ma la presentazione, questa mattina alla Camera di Commercio di Rimini, del disciplinare che sarà inviato all’Unione Europea scatena la protesta di Slow Food e Confesercenti, secondo cui il testo non tutela la vera piadina artigianale e rischia di favorire anonime produzioni industriali confezionate in buste di plastica.
Il percorso verso il riconoscimento europeo potrebbe quindi incontrare ostacoli in Italia ancor prima che a Bruxelles e solo due giorni fa, ancor prima della pubblica lettura del disciplinare, a scagliarsi contro il marchio Igp erano stati i titolari dei chioschi di piadina che avevano organizzato un’invasione pacifica del Comune di Cesena.
Nel disciplinare della piadina romagnola, che prevede un diametro da 15 a 25 centimetri e spessore da 4 a 8 millimetri, viene riconosciuta ufficialmente anche la variante riminese che deve avere un diametro da 23 a 30 centimetri e può raggiungere al massimo i 3 millimetri di altezza. In attesa di conoscere cosa succederà a quello che il poeta Giovanni Pascoli definiva “il cibo nazionale dei romagnoli” non resta che affidarsi a chi la piadina la produce manualmente tutti i giorni con i prodotti del territorio.
“Con i macchinari – spiega chi la fa artigianalmente – la piada, come la descrivono, non viene”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.