Piadina verso Igp: da Tar Lazio forse battuta arresto iter

piadinaPiadina divisa in due. Da un lato l’industria alimentare che ha portato in Commissione europea il disciplinare per ottenere l’Igp (Indicazione di origine protetta). Dall’altra i chioschi della Romagna intenzionati a rivedere il disciplinare, forti ora di una recente sentenza del Tar del Lazio. Lo scrivono alcuni quotidiani della Romagna. Dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale Ue, del disciplinare per ottenere l’Igp, è infatti emerso che il Tar del Lazio, pochi giorni prima, aveva dato ragione a una piccola azienda che contestava il disciplinare. I primi a gioire, assieme ai chioschi, scrive il Resto del Carlino di Rimini, sono alcune associazioni di categoria come Confesercenti. “È passato il principio – sostiene Giampiero Giordani, responsabile dell’Associazione per la valorizzazione della piadina romagnola – che la vera piadina romagnola è solo quella prodotta tradizionalmente, la produzione industriale non può essere tutelata da un marchio pubblico. Lo afferma una sentenza del Tar che va contro il disciplinare di produzione che Regione Emilia-Romagna e Ministero delle politiche agricole”. La piadina Romagnola, per l’associazione, potrà solo essere quella prodotta nei chioschi o nei ristoranti. La motivazione, spiega, affermerebbe che se c’è la possibilità di riconoscere una reputazione tutelabile dovrà essere solo per la piadina prodotta in maniera tradizionale e manuale. “Non certo – si gode la vittoria Giordani – quella industriale. Il Ministero ora dovrà procedere alla riformulazione del disciplinare di produzione accordando eventualmente una nuova protezione transitoria”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.