Pil: Cia, agricoltura frena la caduta ora investimenti

agricoltura generica3L’agricoltura e’ l’unico settore produttivo a registrare un incremento congiunturale del valore aggiunto nel primo trimestre dell’anno, contribuendo cosi’ a contenere il calo del Pil su cui pesa soprattutto il trend negativo dell’industria. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori a commento dei dati Istat diffusi oggi.
“Si tratta di una conferma della vitalita’ delle imprese agricole che, pur in presenza di numerosi ostacoli economici e di una burocrazia opprimente, continuano ad andare avanti -osserva il presidente Dino Scanavino- garantendo produttivita’ e lavoro in controtendenza rispetto all’andamento generale”. “Il segno positivo, tuttavia, non sgombra il campo dai problemi: la situazione delle aziende resta difficile -continua Scanavino- anche a causa della persistente stagnazione dei consumi domestici, prima di tutto quelli alimentari. Il calo della spesa per il cibo ha sfiorato il 12 per cento rispetto ai livelli pre-crisi (dai 129 miliardi del 2007 ai 114 miliardi del 2013) e oggi un italiano su due continua a comprare solo l’essenziale”.
Per questo motivo “chiediamo al governo da un lato di implementare le misure a sostegno dei redditi delle famiglie e, dall’altro, di investire sul serio sull’agricoltura, perche’ puo’ rappresentare un volano per la ripresa del Paese -sottolinea il presidente nazionale della Cia-. Un assunto ancora piu’ vero a meno di un anno da ‘Expo 2015′, che mettera’ al centro della scena proprio il cibo, nelle sue varie accezioni (sicurezza alimentare, qualita’ e tradizione agricola, innovazione e biodiversita’), diventando un ulteriore fattore di accelerazione economica per l’Italia e le sue imprese”.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.