Più sostenibilità per il fiume Po: le idee di Legambiente per il Grande Fiume

fiume Po

Puntare sulla riqualificazione turistica dei territori lungo il fiume Po nella settimana dell’Unesco. A chiederlo è Legambiente Turismo che in un incontro a Ferrara ha illustrato ad imprenditori, amministratori ed esperti il ruolo del turismo fluviale in una prospettiva non solo ambientale ma anche economica. Il delta del Po e’ Patrimonio dell’umanita’ e i monitoraggi degli ultimi due anni hanno rilevato un miglioramento della qualita’ delle acque analizzate in 40 punti dalla sorgente al Delta. ”Sia pure con le necessarie cautele e i punti critici che rimangono ancora e che andranno controllati da vicino, consente di sperare che sia raggiungibile l’obiettivo di un Po risanato, addirittura balneabile”, spiega Legambiente. L’associazione ha ribadito poi la sua proposta di un progetto di rilancio dell’economia sul Grande Fiume che coinvolga tutta l’asta, basato su sostenibilita’ e valorizzazione di eccellenze agricole, gastronomiche, culturali e turistiche. Obiettivi che secondo il presidente di Legambiente Turismo Luigi Rambelli si possono ottenete contrastando ”le proposte sconsiderate come la bacinizzazione e la costruzione di centrali atomiche, che rincorrono miti del passato che hanno gia’ fatto fallimento, che tendono a proporre mega progetti di imbrigliamento del fiume e puntano a nuove servitu”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.