Più uova bio e meno carne nelle mense della P.A. Soddisfatta la Lav

Meno carne e piu’ uova biologiche nelle mense delle strutture della Pubblica amministrazione. E’ quanto prevede il ‘Piano d’azione per la sostenibilità ambientale relativo ai consumi della Pubblica amministrazione’ del ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare che sembrerebbe aver accolto le proposte della Lav, Legantivivisezione, come la stessa associazione animalista afferma in una nota. Tale piano, elaborato dal Ministero in ottemperanza a una Comunicazione della Commissione Europea del 2003, stabilisce i criteri per l’acquisto di beni e servizi rispettosi dell’ambiente: dalla carta per le stampanti ai serramenti, alle derrate alimentari e servizi di ristorazione scolastica. Proprio per la definizione dei criteri relativi a questo ultimo settore, la Lav e’ stata invitata a un Tavolo di lavoro, le cui attività si sono concluse di recente con l’emanazione di un documento che dovrà essere tradotto in un decreto ministeriale nelle prossime settimane. ”Siamo molto soddisfatti per il recepimento di alcuni importanti concetti suggeriti, che si concretizzeranno in una maggiore attenzione di tutte le Amministrazioni pubbliche al benessere animale e all’impatto ambientale prodotto dagli allevamenti”, commentano Roberta Bartocci e Paola Segurini, del settore Vegetarismo della Lav. Solo la ristorazione scolastica fornisce ogni anno in Italia oltre due milioni di pasti ad altrettanti ragazzi e bambini. Se, ad esempio, le aziende di ristorazione e le amministrazioni appaltatrici, continua la Lav, ”contemplassero un giorno vegetariano a settimana, questo corrisponderebbe a 3.320 tonnellate di CO2 risparmiata al giorno, 126.160 ogni anno. L’equivalente di 22 milioni di km percorsi con i mezzi pubblici anziché l’automobile, e ciò solo tramite i pasti scolastici. Per ciò che riguarda le uova, infine, solo considerando i consumi delle mense scolastiche – che sono pari a 1 uovo a settimana per ogni bambino – la sostituzione del corrispondente numero di uova di galline allevate in gabbia con uova provenienti da agricoltura biologica significherebbe liberare dalle gabbie circa 271.000 galline ogni anno”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.