Pochi giovani agricoltori in Italia. 2,9% gli under 40

Sono pochi i giovani agricoltori in Italia: circa il 2,9% del totale ha meno di 40 anni, contro il 6,1% della media Ue. Come emerge da un’analisi condotta dall’Agia, l’Associazione giovani imprenditori della Cia-Confederazione italiana agricoltori, i cui dati principali sono stati anticipati oggi a Bruxelles nel corso della conferenza “I giovani agricoltori per l’Europa del futuro”, pero’, nel settore agricolo italiano, i giovani che subentrano ai genitori alla guida dell’impresa familiare, fanno crescere il fatturato, in media, di oltre il 30%. Il dato complessivo attribuisce oltre 9 miliardi di euro, in termini di valore aggiunto, alle oltre 110 mila aziende condotte da “under 40”: i giovani creano dunque in media il 35% di valore aggiunto in piu’ rispetto ai colleghi piu’ attempati. La situazione dei giovani agricoltori e’ ben diversa se si guarda agli altri paesi europei: in Francia le imprese “juniores” sono il 7,9% dell’intero settore primario: vale a dire la meta’ delle aziende guidate da “over 65”, che rappresentano il 15,4% del totale. Ancora piu’ positiva l’esperienza tedesca, dove il rapporto e’ di uno a uno: gli agricoltori con meno di 35 anni sono il 7,7% e quelli con piu’ di 65 anni solo il 7,5%. Tutto un altro discorso rispetto all’Italia, dove invece i conduttori agricoli “seniores” arrivano a quota 44,5%, superando di gran lunga anche la media Ue che si attesta al 34,1%. L’Italia, insomma, si colloca in fondo alla classifica del ricambio generazionale: solo Portogallo e Romania hanno un’agricoltura piu’ “vecchia”, con una quota di imprenditori “over 65” pari rispettivamente al 48,3 e al 45% del totale.
I problemi per i giovani che vogliono fare agricoltura in Italia sorgono a monte, si e’ detto durante la conferenza a Bruxelles, e riguardano prima di tutto le difficolta’ legate all’accesso al bene terra. Se in Francia un ettaro costa in media 5.500 euro e in Germania 6.500 euro, da noi i prezzi sono proibitivi: un ettaro di terreno viaggia mediamente intorno ai 18 mila euro. Nel corso della conferenza, si e’ data una valutazione positiva del premio aggiuntivo per i giovani nella riforma della Pac post 2013, anche se “urgono correzioni al rialzo su fondi e limiti alla superficie”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.