Pomodoro cinese: Rabboni, urgente origine obbligatoria

”Appare sempre piu’ necessario definire a livello comunitario una norma che obblighi l’indicazione dell’origine della materia prima utilizzata per garantire trasparenza ai consumatori di derivati di pomodoro e al tempo stesso per valorizzare le produzioni di qualita”’. Lo afferma l’assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni, dopo l’operazione del Nucleo Antifrodi Carabinieri di Parma che ha scoperto una frode realizzata da una ditta di lavorazione di concentrato di pomodoro della provincia di Reggio Emilia, che utilizzava pomodoro cinese per la lavorazione del concentrato spacciandolo poi come italiano. Ringraziando il Nucleo Antifrodi dei Carabinieri di Parma per l’azione svolta, Rabboni auspica l’intensificazione dei controlli su tutto il territorio nazionale e comunitario per verificare la corretta indicazione dell’origine delle produzioni. ”La Regione – sottolinea l’assessore – sta puntando all’attivazione di un organismo interprofessionale attraverso il riconoscimento del Distretto del pomodoro da industria, esteso a tutta l’area Nord Italia, quale strumento per affrontare queste problematiche in maniera condivisa, con la collaborazione di tutti i soggetti della filiera produttiva”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.