Pomodoro: cooperazione; aumentare quota auto-trasformazione


“Accrescere soprattutto al sud, la quota di pomodoro auto-trasformato dalle cooperative che ritirano sempre tutto il prodotto dei loro soci e cercano di valorizzare la qualità del prodotto indipendentemente dagli andamenti stagionali”. Lo ha detto oggi il presidente del settore ortofrutticolo Fedagri, Davide Vernocchi, a nome delle centrali Fedagri, Legacoop Agroalimentare e Agci-Agrital nell’audizione alla commissione Agricoltura al Senato sulla crisi del comparto, ricordando che oggi solo il 26% di tutto il pomodoro lavorato in Italia viene auto-trasformato da strutture cooperative. “La filiera del pomodoro da industria – ha precisato il presidente, ricordando una campagna contrassegnata dal mancato rispetto dei contratti sottoscritti da diverse industrie e da rese ad ettaro non ottimali – deve essere riorganizzata in vista del passaggio al disaccoppiamento totale, in modo da aumentare il potere contrattuale dei produttori nei confronti dell’industria di trasformazione”. Vernocchi ha infine ribadito la necessità di avere un sistema di controlli sulle importazioni dai Paesi extra-Ue in particolare di pomodoro concentrato e che venga approvata una normativa sull’origine della materia prima utilizzata nella trasformazione, nonché sulla qualità delle produzioni trasformate, importante simbolo del made in italy nel mondo.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.