Pomodoro da industria: il comparto chiede sostegno accoppiato

Pomodoro industria
In vista della riunione di domani tra il Ministero dell’Agricoltura e le Regioni sulla riforma della Pac, il neo costituito Polo Distrettuale del pomodoro del Centro-Sud Italia chiede il sostegno accoppiato per la coltivazione del pomodoro da industria. Il Distretto spiega in un comunicato che ”il ritorno all’aiuto accoppiato sarebbe un ulteriore impulso alla riorganizzazione dell’intera filiera in termini di maggiore efficienza e competitività”. Infatti ”l’accoppiamento degli aiuti in comparti agricoli strategici, quale quello del pomodoro da industria, va curato e preservato in modo particolare, ad evitare rischi di insufficiente approvvigionamento e di blocco della intera filiera produttiva, che caratterizza e qualifica il made in Italy nel mondo e che grazie all’export contribuisce al recupero del deficit della bilancia agroalimentare”. Gli operatori di parte agricola e industriale, aderenti al distretto, ”spingono per l’accoppiamento degli aiuti, al fine di evitare condizioni di svantaggio competitivo nei confronti dei principali antagonisti sul mercato mondiale, Spagna e Portogallo, che hanno già deciso per l’applicazione dell’aiuto accoppiato al pomodoro da industria”. ”Il mancato allineamento con gli altri paesi, nostri maggiori antagonisti sui mercati internazionali, comporterebbe pericolose cadute di competitività della nostra filiera”, avvertono. Il Distretto del pomodoro da industria del Centro Sud – costituito il 24 aprile scorso conta 49 aziende di trasformazione del pomodoro, rappresentative di circa il 91% del pomodoro trasformato nel Centro Sud nella campagna 2013 e 21 Organizzazioni di Produttori (OP) che rappresentano circa il 70% del pomodoro da industria conferito nella stessa campagna e proveniente dalle aree di coltivazione della medesima area geografica.(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.