Pomodoro; Galan: serve etichetta, l’Ue deve difendersi


Il ministro per le politiche agricole e alimentari Giancarlo Galan, ”spera di poter ottenere il sostegno dei partner europei alla sua richiesta di imporre l’etichetta d’origine sul pomodoro da industria”. Per il ministro ”l’Ue deve difendersi da altre economie. Sul pomodoro, in particolare, Galan ha ricordato che ci sono due fattori critici: ”In primo luogo una sovrapproduzione, quindi l’aggravamento di quel problema causa una importazione sempre piu’ massiccia di concentrato cinese a prezzi bassissimi e di qualita’ molto bassa”. Al momento – ha precisato il ministro – ”la richiesta va principalmente a favore dell’Italia, ma un domani per altre produzioni, puo’ essere a favore di qualunque altro paese. L’Ue ha norme, regole, tasse occulte, balzelli. Solo per la difesa del benessere degli animali i nostri agricoltori pagano di piu’ che quelli cinesi. Tutto questo ha un prezzo”. Come difendersi? Facendo riconoscere – ha concluso Galan – i nostri prodotti”. La richiesta italiana verra’ trattata nel pomeriggio dal Consiglio Ue. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.