Pomodoro: Wwf e Mutti insieme per diminuire sprechi idrici della coltura

Pomodoro industria
Wwf e Mutti insieme per abbattere “il costo ambientale della spesa”. L’azienda italiana, grazie al supporto dell’associazione ambientalista, è tra le poche al mondo ad avere effettuato l’analisi dei consumi idrici della propria produzione, la cosiddetta “impronta idrica”. Con il supporto della facoltà di Agraria e del dipartimento di Ecologia Forestale dell’Università della Tuscia, Mutti ha analizzato l’intera catena di produzione, partendo dalla coltivazione dei pomodori, per poi passare alla lavorazione nello stabilimento ed infine al confezionamento, calcolando così il volume totale di acqua dolce utilizzata in ogni suo prodotto. Tra questi, per esempio, l’impronta idrica di una passata di pomodoro di 720 grammi in vetro è risultata essere in totale di 172,66 litri per chilogrammo, di cui 156,4 solamente per il pomodoro fresco e 5,67 litri per chilogrammo per le fasi di lavorazione successive (lavaggi, cottura). Partendo da questo risultato, il Gruppo Mutti, in collaborazione con l’associazione ambientalista, ha definito una serie di azioni dirette e indirette volte alla riduzione della propria impronta idrica, soffermandosi soprattutto sulla quantità di acqua utilizzata a scopi agricoli ed industriali e sui volumi di acqua inquinata prodotta.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.