Presto due nuove Dop: farina di castagne della Lunigiana e Formaggella del Luinese

“Due altri prodotti dell’eccellenza agroalimentare italiana la “Farina di castagne della Lunigiana” e la “Formaggella del Luinese” otterranno nei primi mesi del prossimo anno il riconoscimento come DOP.”
Con queste parole il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Giancarlo Galan, ha commentato la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea delle domande di registrazione delle denominazioni “Farina di castagne della Lunigiana” e “Formaggella del Luinese”.
Da questo momento la procedura comunitaria prevede sei mesi di tempo per permettere agli altri Stati membri di presentare eventuali domande di opposizione alla richiesta di riconoscimento. Trascorso questo periodo la “Farina di castagne della Lunigiana” e la “Formaggella del Luinese” otterranno ufficialmente la DOP.
“Queste nuove pubblicazioni – ha aggiunto Galan – sono un’ulteriore conferma del ricco patrimonio agroalimentare che il nostro Paese può giustamente vantare”.
La “Farina di castagne della Lunigiana” si contraddistingue nell’essiccatura e nella macinatura. Le castagne vengono essiccate in strutture denominate “gradili”. L’essicazione delle castagne per la produzione della “Farina di castagne della Lunigiana” deve avvenire a fuoco lento con utilizzo esclusivo di legna di castagno, per un periodo minimo di 25 giorni. I mulini destinati alla macinatura delle castagne secche, da trasformare in “Farina di castagne della Lunigiana” devono essere di tipo tradizionale a macine di pietra. Il mulino non deve macinare più di cinque quintali di castagne secche al giorno per macina.
La zona di produzione è in provincia di Massa Carrara e comprende i seguenti comuni: Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca in Lunigiana e Zeri.
La “Formaggella del Luinese” è riservata al formaggio a pasta semidura, prodotto esclusivamente con latte intero e crudo di capra, con stagionatura minima di 20 giorni. Il sapore è mediamente dolce, delicato, gradevole e s’intensifica con il progredire della stagionatura. L’odore e l’aroma sono delicati e anch’essi si intensificano durante la stagionatura. La struttura è elastica, umida, morbida e abbastanza solubile. Il colore della pasta è omogeneo e prevalentemente bianco. Il territorio in cui viene prodotto la “Formaggella del Luinese” è compreso nell’area nord della Provincia di Varese meglio definita come “Prealpi Varesine”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.